I Cammini Lauretani. Incontro per l’attuazione del progetto

LORETO – Si è tenuto stamattina a Loreto un incontro di aggiornamento e di pianificazione delle attività sul tema della valorizzazione de I Cammini Lauretani tra il presidente di Anci Marche Maurizio Mangialardi, il direttore Marcello Bedeschi, i sindaci di Loreto Paolo Niccoletti e di Treia Franco Capponi. Presenti anche l’Avv. Simone Longhi, direttore del DCE “Cammini Lauretani”, ed il Presidente del Tavolo di Concertazione Renato Poletti.

Il progetto guarda al percorso di valorizzare dei territori delle aree interne di pari passo con quelle costiere, con l’obiettivo di un riposizionamento delle Marche sui mercati turistici nazionali e internazionali.

Rientra infatti in questo ambito il Progetto “I Cammini lauretani”, elaborato in collaborazione con la CEM (Conferenza Episcopale Marchigiana) e recentemente approvato dalla giunta regionale. L’incontro punta ad una concretizzazione del progetto grazie all’azione del comitato scientifico nominato dal tavolo di concertazione. Il finanziamento di 1 milione e 100 mila euro (fondi POR FESR) coinvolge i Comuni di Serravalle del Chienti, Visso, Muccia, Camerino, Valfornace, Caldarola, Camporotondo di Fiastrone, Serrapetrona, Belforte del Chienti, San Severino Marche, Pollenza, Cessapalombo, San Ginesio, Treia, Appignano, Macerata, Recanati, Montecassiano, Montelupone, Loreto che è capofila del progetto insieme a Tolentino. Una seconda tranche prevede un finanziamento di 2 milioni e 500 mila euro specificatamente destinati ai comuni compresi nel cratere del sisma 2016/17. “Anci Marche ha sempre creduto nella realizzazione di questo progetto – ha detto il presidente Maurizio Mangialardi – perché racconta l’identità delle Marche e di un territorio straordinario, e perché è un segno forte di attenzione verso le aree colpite dal sisma ed ai suoi abitanti. I Cammini conducono anche al recupero di una dimensione profonda e intima, secondo una velocità naturale a misura d’uomo”. Il progetto prevede la valorizzazione del tracciato marchigiano di 150 km e la sua fruibilità in piena sicurezza.

Il tracciato marchigiano si allungherà verso l’Umbria fino ad Assisi, ed identifica il percorso storico dell’antica Via Lauretana che venne aperta da Roma a Loreto nel 1578. La via si snodava con un percorso di fondovalle perché doveva essere adatta al passaggio delle carrozze. Grazie alla sua riscoperta qualche anno fa, è diventata un itinerario molto richiesto.