Proposta di legge di iniziativa popolare dell’Anci per l’introduzione dell’insegnamento di educazione alla cittadinanza nelle scuole di ogni ordine e grado

Anci sostiene la proposta di legge di iniziativa popolare, promossa dal Comune di Firenze riguardante l’introduzione dell’insegnamento di educazione alla cittadinanza nelle scuole di ogni ordine e grado, sulla quale il 20 luglio 2018 inizierà la procedura di raccolta delle firme necessarie per consegnare la proposta al Parlamento. “Dedicarsi alla creazione di una coscienza civica anche tra i banchi di scuola non è tempo tolto alle materie curriculari – ha detto Mangialardi che oltre che essere sindaco e presidente dell’Anci è Insegnante – ma anzi un completamento dell’individuo ed un accompagnamento al suo processo di maturazione e di assunzione di responsabilità dei diritti e dei doveri che abbiamo verso la collettività“.

Nelle piazze italiane saranno allestiti banchetti e gazebo per la raccolta delle firme, con eventi, declinati città per città, per coinvolgere quanta più genVolantinote possibile: genitori e giovani, chiunque senta il bisogno di contribuire a questa battaglia di civiltà. Sarà distribuito materiale informativo e sarà illustrato l’articolato della proposta di legge. “L’introduzione dell’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria e con voto, in ogni scuola di ordine e grado – spiega Nardella – è estremamente importante e come sindaco avverto la necessità di intervenire a partire dai banchi di scuola per formare dei buoni cittadini, rispettosi delle istituzioni e delle regole basilari di convivenza, dotati di un grande senso civico e di appartenenza alla comunità in cui vivono. Per noi l’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza ha lo stesso valore delle altre materie scolastiche e mi auguro che la stessa rilevanza venga data anche dalle famiglie e dai nostri concittadini in generale. Spero pertanto che già il 20 luglio siano tanti i cittadini che sottoscriveranno la nostra proposta di legge”. Alcuni intellettuali e artisti hanno già deciso di sostenere la campagna promossa dall’Anci.

Anche Anci Marche sostiene convintamente l’iniziativa.

Di seguito il materiale con il Vademecum ed il Modulo per la Raccolta Firme ed il Modulo delle Firme Totali raccolte da ciascun comune con tutti i riferimenti normativi

In allegato tutte le FAQ per rispondere alle domande principali che consentano la perfetta riuscita dell’iniziativa